Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

Vivicittà 2017, un buon quarto posto di Società

aprile 10th, 2017

di Silver

Vivicitta2017

Domenica 9 marzo si è svolta la 33ª edizione di “Vivicittà”, corsa podistica che si è corsa in contemporanea in decine di città italiane e che a Brescia da un paio di anni vede unite le sinergie di Uisp Brescia e Fidal Brescia per organizzare al meglio la competizione.

La manifestazione ha da sempre una forte valenza sociale, civile e ambientale. Infatti, lo slogan ufficiale è: “Lo sport veicolo di solidarietà e di pace”. I fondi raccolti saranno poi utilizzati da Uisp per diverse iniziative di solidarietà.

Quest’anno i fondi verranno destinati in particolar modo per aiutare e sostenere i bambini siriani scappati dalla guerra e rifugiati Libano.

La partenza era fissata in Piazzale Arnaldo e la bella giornata di sole ha richiamato più di duemila atleti che si sono presentati belli pimpanti sulla linea di partenza, 500 dei quali competitivi, tesserati Fidal e che hanno gareggiato per la Vª prova del Campionato Provinciale di Società. Di questi, trentatre avevano i colori sociali a noi ben noti.

Il percorso di 12 km si snodava completamente nel suggestivo centro cittadino, due giri di 6 km, su uno dei più bei percorsi mai disegnati a Brescia, a tratti filante a tratti particolarmente tecnico con piccoli strappetti, curve e controcurve spacca gambe.

La gara competitiva è stata vinta da Mohammed El Kasmi dell’Atletica Rodengo Saiano con tempo di 38.18 davanti a Batel Abdellatif del San Rocchino, terzo Danilo Bosio dell’Atletica Lumezzane, quarto Giacomo Mora del San Rocchino e quinto Marco Ferrari dell’Atletica Paratico.

In campo femminile trionfo di Sara Bottarelli del Free-Zone in 41.17, prova di straordinario valore che gli permette di vincere anche la classifica compensata nazionale. Seconda Maria Cocchetti dell’Atletica Lumezzane davanti alla compagna di squadra Nives Carobbio, quarta Nadia Calvi sempre del Paratica, quinta Sonia Bracchi del Rebo Gussago.

Il migliore dei nostri, come da diverse gare a questa parte, è stato il sempiterno presidente Cristian che è giunto 22° assoluto e 5° di categoria (SM45), più dietro troviamo Stefano Bertocchi, 6° SM40, Luca Pretto 13° SM45, Maurizio Turchetti 14° SM45 e Roberto Tononi 7° SM.

A seguirMaria_premiatae tutti gli altri falegnami che hanno corso al massimo delle proprie possibilità e che hanno contribuito alla conquista di un prezioso quarto posto nella classifica di società, dietro solo ai soliti tre colossi che rispondono al nome di Atletica Paratico, Brescia Marathon e Atletica Lumezzane, ma davanti ad società altrettanto blasonate del calibro del Rebo Gussago, del Free-Zone e del Running Cazzago San Martino.


A livello individuale la maggiori soddisfazioni
sono arrivate dalle gelatine che si sono comportate benissimo, riuscendo anche a conquistare due podi su quattro che erano alla partenza: l’inossidabile Maria Sandrini che non finisce mai di stupire e sale sul gradino più alto del podio nella categoria SF60; Cesi Pasquali che dopo una bellissima gara, corsa gettando il cuore oltre l’ostacolo, si porta a casa un meritato secondo posto nella SF50; a loro si uniscono la giovane Jenny Rizzola, 7ª nella categoria SF, e al sempre presente Roberta Baldini, 14ª nella SF45. A loro che e a tutti i falegnami vanno i nostri più grandi complimenti.

La classifica completa.