Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

Quando l’obbiettivo è soggettivo

febbraio 23rd, 2016

di Anna Zaltieri

Eh lo so, faccio fatica a non scrivere quando trascorro alcune ore in spensieratezza con i miei amici di corsa.

Jenny e Silver hanno già incorniciato la giornata e la gara con due bei articoli quindi non voglio sovrappormi ad un lavoro ben fatto ma semplicemente parlare del ruolo diverso che ho indossato domenica a Montirone.

RobyTononi_montirone

Roberto Tononi

Con l’obbiettivo di Renato in mano, mi sono improvvisata fotografa e questo mi ha dato spunti differenti per raccontare di noi. Questo incarico ha aperto finestre insolite per me sulla squadra. Con una macchina fotografica in mano mi sono imposta di catturare istanti di vita, di allegria e socialità.

Qualcosa è riuscito, qualcosa è “sfocato via.”

Molto, mi hanno sgridato, si è concentrato sul nostro Presidente…d’altronde è il Number One, come Severo, lo vogliono tutti! Ho letto imbarazzo sul viso timido di Roberto Tononi quando mi sono soffermata cercando di inquadrarlo al meglio, se penso ad Ivan invece ho notato quanto si trovi a suo agio quando nei paraggi c’è una macchina fotografica.

Riccio è sempre sopra le righe anche nelle foto! Ricky Bana è fotogenico ed ammalia l’obbiettivo con la sua dentatura perfetta. Severo mostra doti solitamente nascoste…e con nonchalance si spalma la crema come una soubrette.

Cupola e Direttivo appaiono e scompaiono dalle foto, immortalo qualche vignetta eroti-comica con Fiorina come protagonista! Stefano, li seduci tutti!

Cesi_montirone

Cesi Pasquali

Ma al centro delle mie attenzioni sono loro le mie adorate Gelatine! Il sorriso di Cesi illumina la giornata, la concentrazione di Anna ricorda che siamo riuniti per una gara. L’ansia di Mara trapela da ogni scatto mentre la solidità di Maria ci porta con i piedi per terra. Simona è indaffarata come un folletto, spesso scortata da Claudio pare non sentire agitazione.

Jenny è la più coscienziosa e fa stretching, il suo sorriso giovane mi piace molto. Sonia…silenziosa ma vigile, come una tigre che aspetta la sua preda si muove con passo felpato ed è chiaro che è pronta ad attaccare.

Roberta è la spalla di Silvano che filma la gara ed oltre al gran tifo non manca di farsi fare un servizio fotografico completo con un buon numero di Falegnami! Io mi piazzo vicino alla partenza e mi godo entrambi i giri delle ragazze, poi purtroppo dovrò scappare.

Sono state tutte grandi, hanno corso benissimo, composte e serie, tranne Simona che ride! Come fai??????? Leggere e convinte ho fotografato i loro volti, i loro sforzi, i loro attributi piazzati senza timore in questa campestre bucolica ma impegnativa. Negli scatti è scappata anche una natica…Anna, il completino svolazzante lo hanno scelto i Falegnami, conferiremo col Direttivo!

Vederle correre mi ha fatto sentire in parte sul campo con loro, una ad una le ho amate mentre mi scorrevano davanti. Perché sono tutte da lodare le donne che corrono, tutte, nessuna eccezione ma le mie Gelatine, loro..sono da medaglia d’oro e non sono l’unica ad essere Principessa, lo siamo tutte e nove!