Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

Giove Pluvio non ferma lo sbarco dei mille

novembre 11th, 2014

 

Gara Borgosatollo_2014

 

di Silver

Domenica 9 novembre si è svolto a Borgosatollo la 22ª edizione del“Trofeo F.G. Falegnameria Guerrini”, valido per il Campionato Hinterland Gardesano.

Nonostante una giornata veramente autunnale, pioggia e vento, si sono presentati al nastro di partenza quasi mille intrepidi podisti, pronti a darsi battaglia e incuranti dell’acqua e del fango. Eh sì, perché il percorso, già di per sé parecchio lungo (13 km), si snodava in buona parte sullo sterrato, diventato sempre più una poltiglia fangosa con il passare degli atleti.

Dato che la maggior parte dei falegnami erano impegnati nell’organizzazione e nella buona riuscita della manifestazione, solo una decina sono stati “sacrificati” per difendere il primato di società nel campionato Hinterland dall’assalto della corazzata Felter.

I nostri si sono ben comportati portando in cascina del buon fieno che potrebbe tornare utile per la classifica finale. Gabusi Noè quinto assoluto e 3° di categoria, la G, dove troviamo Marco Botta 7° e Garza Matteo 11°. Nella categoria H 5° posto di Riki Morandini, con 20° Turchetti Maurizio, 23° Zanardini Roberto, 28° Massimo Rizzola, 34° Zambelli Claudio, 45° Boldori Maurizio e 55° Beretti Aldo. Infine abbiamo Orazio Brioni 30° nella categoria I.

Il Presidente Cristian Tononi e Giacomo Salvalai

Il Presidente Cristian Tononi e Giacomo Salvalai

Risultati che hanno permesso di mantenere la Falegnameria Guerrini, nonostante le forze ridotte, saldamente in testa alla classifica di Società. La fine del campionato di avvicina. Dai, un ultimo sforzo che la gloria ci aspetta!! (tocca ferro)

La serietà della società e i risultati ottenuti stanno dando i loro frutti. Domenica al termine della gara, durante le premiazioni, il presidente dell’Hinterland Gardesano, Costantino Felter ha ufficialmente annunciato che l’anno prossimo la gara di Borgosatollo sarà la tappa finale del campionato provinciale CSI.

Un motivo di orgoglio e che ci dà lo sprone per organizzare ancora meglio la gara, partendo dal percorso che verrà sicuramente cambiato, con meno sterrato, vista anche l’esperienza degli ultimi anni che con delle giornate che definirle infami è un eufemismo.