Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

… e venne il giorno dell’apoteosi !!

dicembre 10th, 2015

di Anna Zaltieri

Pranzo_cover

Sono sul treno, di ritorno dal pranzo sociale quasi prosciugata di energie dal karaoke .. Ho giù la voce .. Sì ci abbiamo dato dentro con i gorgheggi! Ma partiamo dall’inizio che qui siamo già alla fine …

Dagli Alpini di Buffalora c’è fermento dalle prime ore del mattino, quando io, la mia dolce taxista Simona e quella matta di Mara entriamo nella casetta, mi trovo il sorriso di Anna che ci accoglie e qualche falegname sparso qua e là! Renato, il nostro fotografo ufficiale, è all’opera e non si lascia sfuggire nulla, lui è come Silvano, entrambi lavorano dietro le quinte, non si mettono mai troppo in mostra eppure sono fondamentali e preziosi!

La cucina lavora a pieno regime, l’ottimo Severo, cappello da cuoco in testa sfodera un savoir faire da chef stellato, orgoglioso dei suoi formaggi non vede l’ora di servirli e mangiarli! La bionda testolina di Maria sbuca vispa, col “bigarol” addosso si sfrega le mani ringalluzzita tra due fusti come Severo appunto e Rino! La polenta è sul fuoco, lo spiedo è in cottura e gli antipasti vengono serviti man mano che arriva gente .

Pranzo_1Le Gelatine oggi sono purtroppo orfane di Sonia a cui verrà ricordata per anni questa mancanza! Piazzate noi donne al centro tutte assieme, siamo state bersaglio di battute più o meno sconce, Riccio in primis! E non sarà stato l’unico! Quando poi sono apparsi gli uccellini a tavola di cui sono ghiotta non ripeto cosa le mie orecchie hanno sentito ! Già a dire che ne sono ghiotta chissà i commenti! Ragazzi .. pensate male!!! E troppo!

Per non parlare dello statuario Pelo che domenica era particolarmente su di giri ed un po’ come il prezzemolo, ogni volta che mi giravo eccolo lì pronto a qualche battuta. Sconcerie e facezie a parte, tutto si è svolto secondo copione, senza intoppi.

Col Presidente serio al microfono, ogni fase ha avuto la giusta cadenza. Silvano ha proiettato un video con le nostre foto più o meno buffe ed è stato grande perché è riuscito a rievocare il 2015 della squadra emozionando e divertendo al contempo.

E poi c’è stata la lettura di alcune righe da parte del nostro fantastico President ( tie’ alla faccia di chi si lamenta che ne tesso troppo le lodi, ne avrete ancora da sentire!). Le sue parole sono state un sunto di dati tecnici, ha tirato le orecchie a qualche atteggiamento o mal costume poco conforme allo spirito di squadra ed ha ricordato l’entrata di noi donne nel gruppo.

A rendere spPranzo_2eciale questa giornata è stato anche il passaggio di consegne tra Stefano Fiorina e Silvano che vestirà quindi l’ incarico di Vice Presidente, a lui vanno i nostri migliori auguri di una lunga e fortunata carriera.

A seguire il Profugo ha decantato poche righe ma ben fatte e divertenti e mi ha poi ceduto la parola prendendomi in giro per la mia prolissità. E sì non sono stata breve ma spero di avere trasmesso tutto ciò che ho nell’animo nonostante l’emozione e l’imbarazzo della lettura di fronte ai miei compagni, devo anche ringraziare Ivan che era in parte a me e mi ha fatto compagnia mentre mi districavo nell’impaccio dei miei scritti.

Così, microfono alla mano si sono aperte le danze per momenti più leggeri e divertenti.

Regina della giornata è stata la premiazione della Joiner Cup stravinta quest’anno dal cavalleresco Gianfranco Guerrini. Seguono Il nostro chef Severo ed il sempre sorridente Giulio. Anna e la new entry Jenny che ha perfettamente colto lo spirito delle Gelatine, hanno premiato tutti e snocciolato baci che hanno molto rallegrato i nostri falegnami!

E poi come in un giro di valzer tra un ordine del Presidente, una battuta, qualche foto si è passati dal sorteggio di alcuni premi al Karaoke. Bisogna ringraziare il mio coscritto e compagno Ivan che ha lavorato per tutta la giornata tra il mixer ed il pc per spalmare su ogni momento il sottofondo giusto e che durante il karaoke ha spulciato canzoni a più non posso.

DiPranzo_3 questo momento ricordo molte stonature, la mia compresa, il Profugo di cui ho avuto modo di apprezzare la bella voce, cantare con Riccardo senza prenderci in giro per una volta e il Presidente che canta la sua canzone “Su di noi” di Pupo e che credo fosse già un po’ brillo. A questo pranzo, per dirla tutta, non ha toccato i livelli etilici della cena del 3 Luglio! Sarà per la prossima President?

E poi ci sono anche gli altri, mi spiace che non sempre riesca a citare tutti ma state sicuri che ognuno è nella mia penna e nei miei pensieri.

È ormai tardi, sono quasi le sei di sera, ed io devo riprendere il treno per tornare in montagna .. Eh sì, sono scesa per stare con tutti voi e lo rifarei cento volte ancora. Abbraccio ognuno dei miei amici e cerco di imprimere affetto stringendo forte.

Ricevo a mia volta abbracci, qualcuno in particolare che non dimenticherò mai e parole che rimarranno impresse nel cuore. Ha scritto giusto Andrea Cavalli, la nostra squadra si contraddistingue per la qualità, del valore umano, dell’amicizia, del senso puro dello sport.

Così nell’oscurità della sera lascio la Casa degli Alpini e i miei compagni, le loro voci, i loro cuori.

Ma la storia per l’Atletica Falegnameria Guerrini non finisce qui…