Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

Cross del Bosco Virgiliano: la fotogallery

febbraio 9th, 2020

Domenica 9 febbraio si è svolto a Mantova, il Cross del Bosco Virgiliano, gara regionale di corsa campestre, presenti ben 14 falegnami: Cesi Pasquali, Anna Zaltieri, Noè Gabusi, Luigi Bresciani, Luca Pretto, Cristian e Roberto Tononi, Roberto Zanardini, Dario Anataloni, Roberto Olivetti, Stefano Fiorina, Sergio Serana, Andrea Cavalli e Silvano Treccani.

Ecco alcune belle foto della manifestazione podistica scattate da Anna Zaltieri.

La fotogallery.

Dove andiamo a correre?

febbraio 6th, 2020

Domenica 9 febbraio 

  • Villa di Gargnano – “47ª Villa San Valentino”, corsa podistica competitiva Hinterland Gardesano di 9 km.
    Partenza ore 8.50 presso il porticciolo di Villa di Gargnao.
    Info: 0365 71563 – 0365 71600.
  • Rezzato – “Trail di Valverde Collina”, corsa podistica Amici Torneo Podistico di 9 km.
    Partenza ore 9.00 presso Olimpica Tennis in via Cairoli.
    Info: 392 520 7137 (Mauro).
  • Mantova – “Cross del Bosco Virgiliano”, Gara Regionale Fidal di Corsa Campestre.
    Inizio gare ore 9.00  presso il campo scuola di Mantova in via Learco Guerra, località Migliaretto.
    Info: 338 4035717 – 340 3014386.
  • Salò – “7ª Magnifica Salodium“, corsa in montagna competitiva di 20 km e non competitiva di 11 km.
    Partenza ore 9.00 da Piazza Enzo Ferrari (Stadio Lino Turrina).

Cinque Mulini 2020: la Fotogallery

gennaio 29th, 2020

Domenica 26 gennaio si è svolto a San Vittore Olona la mitica Cinque Mulini, gara internazionale di corsa campestre, giunta quest’anno alla 84ª edizione, presenti 6 falegnami: Anna Zaltieri, Luigi Bresciani, Luca Pretto, Roberto Zanardini, Cristian e Roberto Tononi.

Ecco alcune belle foto della manifestazione podistica.

La fotogallery.

Cross della Vallagarina: la fotogallery!

gennaio 21st, 2020

Domenica 19 gennaio si è svolto a Villa Lagarina, nel comune di Rovereto, il 43° Cross della Vallagarina, gara internazionale di corsa campestre, presenti 11 falegnami: Anna Zaltieri, Noè Gabusi, Luca Pretto, Cristian e Roberto Tononi, Roberto Zanardini, Dario Anataloni, Stefano Bertocchi, Stefano Fiorina, Giulio Salvalai e Silvano Treccani.

Ecco alcune belle foto della manifestazione podistica scattate da Anna Zaltieri e Patrick Squassina del Free Zone.

La fotogallery.

Campaccio 2020: la fotogallery

gennaio 7th, 2020

Il giorno della Befana si è svolto a San Giorgio su Legnano il 63° Campaccio, gara internazionale di corsa campestre, presenti 6 falegnami: Anna Zaltieri, Noè Gabusi, Luca Pretto, Cristian e Roberto Tononi, Roberto Zanardini.

Ecco alcune belle foto della manifestazione podistica scattate da Davide Serlini.

La fotogallery.

Pranzo Sociale 2019 – La fotogallery

dicembre 16th, 2019

Anche il 2019 si conclude con il tanto atteso pranzo sociale dell’Atletica Falegnameria Guerrini. Quest’anno è l’Agriturismo Vallalta di Botticino ad ospitarci in una accogliente e spaziosa sala, laddove anni fa fu l’incipit della Joiner Cup.

Gli ingredienti della giornata sono sempre gli stessi, appetito, sete, allegria ed amore per lo sport … e come in tutte le buone ricette quel pizzico di sale che completa l’opera l’hanno dato due giovanissimi piccoli atleti, Irene Sandrini che in 5 mesi ha sviluppato un’ugola e dei piedi mica male e Leonardo Botta, in prima posizione per le presenze alle gare dell’Hinterland Gardesano! Giulio…ti ha sorpassato!
Anche grazie a loro, questa domenica ha avuto un sapore dolce e fresco.

I momenti migliori li ha immortalati Renato con il suo obiettivo, un Renato preziosissimo perché sempre disponibile ad investire il proprio tempo e le proprie energie per i propri compagni di squadra.

Qui postiamo quindi la sua bellissima fotogallery.

Padenghe Half Marathon

novembre 26th, 2019

di Anna Zaltieri

Spogliatoio.
Post gara.
Le mani sono gelate e fatico ad afferrare gli oggetti nello zaino.
Sono lì a portata ma diventa un’impresa agganciarli.
Anche le altre ragazze sono rallentate in tutto perché intorpidite dall’acqua e dal vento che ci ha malmenato per 21 chilometri.
Mi rendo conto solo quando la tolgo, che la mia divisa è bagnata fradicia … forse solo dopo l’impresa realizzo cosa abbiamo affrontato.

Siamo degli svitati noi runner.

Sì, 700 svitati pronti in partenza di una meravigliosa Padenghe Half Marathon.
Ho voluto fortemente correrla questa mezza perché a detta di tutti è molto bella.
Il percorso è stato variato e non posso fare paragoni ma quello che ho avuto la fortuna di affrontare è senz’altro uno dei tracciati più affascinanti che abbiamo sperimentato.
Mezza malata non ero sicura di partecipare ma la domanda che mi faccio sempre quando sono incerta è:” Ne vale la pena?” Sì ne vale sempre la pena, correre è la risposta giusta per tutto!
Così eccomi lì tra un big e l’altro sotto una pioggia battente e con Luca accanto che mi spronerà tutta la gara.

Io sono pronta.
La partenza è in salita e mi inizio con molta calma per prendere un buon passo quando dolcemente il percorso spiana.
Dopo circa 3 chilometri mi si snodano le stringhe di una scarpa, eppure avevo fatto doppi giri!
Vai tu ad allacciarli con le mani ghiacciate, mi aiuta per fortuna Luca mentre la gente mi scorre in parte come i secondi che perdo.
Ma non me la prendo molto e riparto con buon passo.
I panorami che riesco faticosamente a notare sono di una bellezza mozzafiato ed il percorso è talmente vario che è difficile annoiarsi.

A distrarci dalla fatica ci si mette anche il tempo, maledettamente ostile, un vento forte mi spinge con forti raffiche e mi sento vacillare in alcuni punti, in altri lo troviamo a favore ma per lo più ci è stato nemico.
Abbasso la testa spesso e meno le braccia più forte.
Troviamo più tratti di strada allagati nei quali i piedi e la gambe si gelano letteralmente, qualcuno come Luca passa in parte nei prati ma una buca nel fango lo fagocita fino al ginocchio, questa mezza maratona ha un no so che di corsa campestre…

Gli ultimi chilometri vedono avvicendarsi più saliscendi che imboccano un’impegnativa discesa finale ma oltre ai tamburi che ci regalano un po’ di brio spunta bardato e bagnato fradicio in bicicletta il papà di Davide che mi incita e mi pedala accanto per un breve tratto, lui sì che è un vero tifoso!
Inizia la discesa e la mia schiena si fa sentire ma io non la voglio ascoltare, mi dico, si impicchi lei e tutto il resto, adesso bisogna arrivare e bene.
Sfilo all’arrivo con 1,48,08 che ritengo un ottimo tempo per questo momento in cui non ho velocità, mettiamo poi un percorso non proprio semplice ed un meteo intrattabile.

Che dire, mi sono anche divertita perché è vero che tutto risulta più difficile quando fenomeni atmosferici si abbattono senza pietà su noi poveri runner però quando ripenso a queste imprese mi si stampa sempre un sorriso sulla bocca e mi sento fiera di esserci stata e di avere concluso la mia prestazione, in qualsiasi modo essa sia andata, io l’ho fatta!

Poco importa se non esiste podio per me, se mai riceverò applausi da una platea, me le batto da sola le mani, perché per arrivare a questa mezza ho fatto i salti mortali nella vita di tutti i giorni e ho vinto, ho vinto io, ancora una volta.
Questo vale per me e per tutte quelle persone che mi hanno corso in parte o che ho superato o che mi sono state davanti.
Ognuno corre con la propria storia tra le mani, e trovo davvero stupide certe battute che vengono fatte con leggerezza su prestazioni a detta di alcuni, mediocri.

Noi runner siamo tutti uguali, chi corre ai 3, ai 4 ai 5 ai 6 etc, tutti ci mettiamo le gambe, la testa, il cuore e tutti ci mettiamo le difficoltà quotidiane della vita.
Correre è il vero successo.

E un successo è stato per la Polisportiva Vighenzi che ha organizzato magistralmente questa bellissima gara, li ringraziamo di cuore per averci ospitato e coccolato anche dopo la corsa.

Doveroso è ricordare i vincitori, tra gli uomini spiccano al 1° posto Kipngetich Sammy dell’ Atletica Saluzzo con 1:08:09 , 2° è Hamouch Abdeljabbar dell’Atletica Stezzano con 1:09:58 e 3° El Aoufi Soufiane dell’atletica Pro Sesto con lo stesso tempo di Hamouch di 1:09:58.
Delle donne brilla nonostante le pioggia la keniota Wanjohi Mary Wangari in 1:24:11, la nostrana Sara Bazoli dell’Atletica Gavardo in 1:25:36 è 2° , 3° è Giovanna Ricotta della Boscaini Runner in 1:27:54.

Anche due dei nostri si sono messi in luce, il “piccolo” Tononi, che termina 3° di categoria SM35 con un ottimo tempo di 1:23:10 e l’inossidabile Vincenzo Zanardini che conclude 2° di categoria SM65 IN 1:35:00.

Complimenti a tutti!