Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

un week end pasquale ed agonistico!

aprile 23rd, 2019

di Anna Zaltieri

Pasquetta non è tale se non si corre la classica “De Sa e de là del Mela” arrivata ormai alla 47ª edizione. Il tempo ventoso ed incerto ci ha lasciato correre al fresco i quasi 14 chilometri del bel percorso che la rendono la gara più lunga del circuito dell’Hinterland Gardesano e la migliore per fare un bel fondo.

In molti oggi si sono fatti un lento, tra quei molti io e Roberta che ci siamo tenute compagnia. Agganciate poi da Alessandro Guana del Rodengo Saiano Mico, ci siamo lasciate andare a qualche risata.

Ho apprezzato lo sterrato che è sempre molto allenante ed il paesaggio decisamente verdeggiante e fiorito. L’ultimo chilometro su asfalto mi è sembrato infinito perché particolarmente serpeggiante e mosso ma senz’altro pittoresco con il passaggio sotto il suggestivo arco di Palazzo Cigola Martinoni.

Se noi ce la siamo presa con comodo alcuni dei nostri hanno spinto e sono arrivati a premi. Nella giovane categoria F lo statuario Luca Prandini è 2° davanti a Davide Vergine. Nella G il baldanzoso Davide Serlini è 10° ed arriva poco dietro all’avversario “in casa“ Luca Prandini.
La sfida continua!

Nella H un bravissimo Luigi Bresciani termina 5° di categoria mentre Marco Botta in preparazione staffetta è 10°. Nella I è 2° Roberto Beatini, avevamo dubbi sul trovarlo così in alto in classifica?

Nella categoria L un’altra certezza, il passista Vincenzo Zanardini che conclude 3°. Nella categoria femminile N, l’immancabile Cesarina nazionale che chiude la sua gara in 5ª piazza.

Anche i bambini si sono dati battaglia. Per la nostra squadra combatte nei P1 Leonardo Botta, figlio d’arte che è valorosamente 2° di categoria.

La classifica completa.

Un breve cenno lo dobbiamo al Galà dell’Atletica che si è svolta sabato 20 aprile presso l’Auditorium Giorgio Gaber a Castelmella.
Dei nostri, 3 prodi premiati.

Nella categoria SF40 Master donne 1° classificata e Simona Piovani mentre nella SF55 è Cesarina Nazionale. Unico uomo, l’indistruttibile Presidente Cristian Tononi 2° della categoria SM45.
Complimenti a tutti!

Sagra delle rane

aprile 18th, 2019

di Anna Zaltieri

Borgosatollo, un paese a due passi dalla città di Brescia che rimane però indipendente da essa, una comunità che è saldamente arroccata alle proprie radici e tradizioni e che le celebra senza cupe nostalgie ma con entusiasmo .

E proprio un tale entusiasmo pone le basi per la “Sagra delle Rane”, un’iniziativa promossa dalla ProLoco di Borgosatollo che con questa festa, ormai alla 3ª edizione, mira a riprendere in mano usi e costumi culinari di una località famosa proprio per le rane.

Habitat naturale di queste specie sono le ormai esaurite risorgive che in quel di Borgosatollo sgorgavano pure e nella cui brillanti acque si moltiplicavano.

I ragazzi di una volta ricordano bene il tempo passato a ginocchioni nei letti dei rivoli arginati da dighe posticce, a caccia di queste prelibatezze. Il bottino veniva portato poi nelle due trattorie del paese “da Clara” e “alla Pesa” ove femminili mani sapienti creavano i piatti che hanno reso Borgosatollo famosa nell’hinterland bresciano.

I bei tempi che furono … ma le tradizioni sono fatte per resistere nel tempo anche se le risorgive non ci sono più e se Clara non mena più mestoli e padelle.

La Sagra delle Rane allieterà per 3 giorni il centro del paese.

In apertura venerdì 3 maggio, “la Staffetta del Borgo”, gara Fidal organizzata dall’Atletica Falegnameria Guerrini col patrocinio del della ProLoco e del Comune di Borgosatollo.

La competizione terrà banco tra le vie centrali con un percorso nervoso ed adrenalinico, atleti da ogni dove battaglieranno con gran tifo. A piantonare il tracciato le motociclette dei Borgo Biker, alcuni membri della Libera Caccia e in supporto medico, la Cosp di Flero. E dopo le fatiche sportive uno stand gastronomico con i piatti tipici rifocillerà runner ed ospiti.

Il 4 ed il 5 maggio, l’arte, la musica e la gastronomia scandiranno ore liete e festose. Un concorso di pittura estemporanea ravviverà di colori le tre giornate mentre la colonna musicale dei Blonde Brothers e la voce di Radio Bruno allieteranno l’atmosfera.

Agli stand gastronomici ci sarà un gran da fare per accontentare tutti i palati, contiamo sui numerosi volontari che affronteranno un tour de force non da poco.

Ma come per ogni cosa, dietro ad un bel progetto c’è un deus ex machina che tira le fila, nel nostro caso è il presidente della ProLoco, Andrea Pola coadiuvato dal loquace vice presidente Giovanni Monti e dall’attivo segretario Lorenzo Brioni.

Indaffarati e propositivi hanno coinvolto la comunità di Borgosatollo nell’iniziativa, cercando di orchestrare l’evento alla perfezione. Grazie alla partecipazione dei commercianti e dei volontari la Sagra delle Rane si propone di essere la migliore versione di se stessa.

Il minimo che possiamo fare per riconoscere l’impegno ed il gran lavoro fatto dagli organizzatori è partecipare numerosi!

Miglio a Quinzano e beneficenza a Rodengo

aprile 9th, 2019

di Anna Zaltieri

 

 

Il primo week end di un aprile finalmente piovoso, è ricco di eventi.

Sabato 6 Quinzano d’Oglio ospita la Quinzano One Mile, gara Fidal organizzata dagli amici dell’Atletica Vighenzi.

In sei dei nostri si sono cimentati nella corta ma adrenalinica distanza e su un percorso del centro storico affascinante.

Gli over 50 vedono sfrecciare fra le vie del paese un Roberto Beatini neanche a dirlo, sorridente ma convinto che agguanta una fantastica 2° piazza col tempo di 5:21, poco dietro in 5 ° posizione Roberto Crescini che agguerrito conclude in 5:28.

Negli under 50 schieriamo Luca e Gigi Bresciani.
Luca che come al solito è teso come una corda di violino, corre con un bagaglio di allenamenti sguarnito eppure conclude 4° e con l’ottimo tempo di 5:07, Gigi sornione pare più rilassato e conclude 5° in 5:17.

Tra gli assoluti due Davide, Serlini e Vergine, corrono per la società, la batteria di giovani scalpita e loro si battono come leoni. Davide Vergine termina 9° in 5:09 mentre il grintoso Serla come viene apostrofato dagli intimi, è 11° in 5:16.

Il pomeriggio agonistico sfuma con la promessa di ritrovarsi il giorno dopo alla Baobab Running di Rodengo Saiano.

L’evento creato per scopi benefici, inscena la sua 7° edizione e raccoglie consensi, in 685 infatti rispondono alla chiamata.

Le gare sono 3, il trail che richiama un gran numero di appassionati forniti di zainetto che si lanciano per primi sul percorso, la 10 chilometri per i podisti più classici e una 5 chilometri a cui partecipano molti bambini e camminatori.

Gli organizzatori ringraziano il tempo che clemente trattiene la pioggia per tutta la mattina.

Noi invece ringraziamo Davide che oltre a supervisionare la giornata ha accudito tutti noi delle Guerrini.

Vivicittà 2019: i falegnami ancora sul podio

aprile 1st, 2019

di Anna Zaltieri

La maledizione della Vivicittà, una gara che non ho mai potuto correre perché sempre ferma per infortunio. Scriverne quindi diventa difficile se non vogliamo ridurre tutto ad una fredda telecronaca. Un po’ me ne parla Luca, un po’ le battute dei ragazzi sulla giornata mi aiutano ma ho bisogno di sentirla anche io questa competizione.

Incarico Davide di raccontarmi la sua gara, con lui vado a colpo sicuro, so che mi darà le emozioni che cerco perché è il primo a provarle ed ha l’intelligenza per vedere tutte le sfumature.

Virtualmente ci sono e respiro l’aria di Campo Marte quando un buon numero di Falegnami in silenzio religioso montano il monolocale, il Presidente oggi non fiata, basta il suo sguardo per muovere gli ingranaggi giusti. Stefano Boglioni cronometra il tempo, i secondi scorrono veloci come in gara ma i ragazzi lo sono di più e in quattro e quattr’otto è tutto pronto.

La prima ricognizione viene fatta al bar, la seconda nel gazebo. La tensione è alle stelle, Luca sa di non avere chilometri nelle gambe ma darà tutto come sempre, Davide lo punta e promette di essere la sua ombra. Il Bana oggi pare star bene e farà da terzo incomodo.

La gara si snoda in due giri del centro storico, è nervosa e seminata di curve e quindi di ripartenze, ci vuole forza esplosiva per raggranellare vantaggi. Davide sta iniziando a conoscersi ed a conoscere gli avversari ma soprattutto inizia ad usare la testa, sapendo che Luca partirà a razzo lo guarda a vista ma non strappa.

Il tifoso numero uno della Guerrini, il babbo Serlini oggi manca ma appare pedalando Roberto Tononi che in convalescenza dall’operazione al ginocchio, incita i propri compagni. E ci voleva proprio il suo tifo, è anche questo far squadra, esserci per gli altri. La voce dei compagni, un “coraggio”, un “forza”, “dai non mollare” spingono fino alla fine, è anche grazie a questi incoraggiamenti che Davide porta avanti una bella gara.

Luca termina la benzina al 7° chilometro e scoppia, Mister sorriso Bana quatto quatto si fa sotto e supera Davide che lo ripassa per aumentare gli ultimi due chilometri e dare tutto fin sotto al gonfiabile.

Le impressioni?
Una gara impegnativa, corsa in progressione e con il cuore dei propri compagni di squadra. Il pensiero va a loro, alle sfide su cui si scherza, agli intrecci di tempi , di battute. Ai consigli del Mister, all’esperienza di Cristian da cui attingere.

La corsa è uno sport individuale è verissimo ma per qualcuno entrano in gioco gli stimoli della squadra. L’imparare dagli altri che di esperienza ne hanno di più, copiare ogni mossa per vestirla addosso a sé per farla propria. Per migliorare, per diventare più veloci e soprattutto atleti più maturi e completi.

E chi non ha bisogno di completezza né di maturità è il nostro Presidentissimo. Davide immagina cosa significhi per Cristian essere dietro, un runner vero come lui soffre compresso dai limiti che il tempo e le circostanze gli infliggono.

Eppure c’è sempre.
E soprattutto ci crede, crede alla squadra ed a tutto quello che intorno gli gira e dopo la gara infatti è sul campo a volantinare per la Staffetta del Borgo del 3 maggio. Come non stimare un Presidente così?

E se il Presidente è grande, grandi sono i suoi atleti grazie alla partecipazione dei quali arriviamo 3° nella classifica maschile di squadra dietro il Paratico ed il Brescia Marathon.

Un rimando lo dobbiamo ai podi.
Batel Abdellatif del Rodengo vola in 33 :46 precedendo il compagno di squadra Marco Losio in 33:59, è bronzo Fabio Gala del Brescia Marathon in 34:05.
Tra le signore primeggia Monica Seraghiti del Brescia Marathon in 38:19, è seconda Romanas Izabela Leonida del team KM Sport in 39:08, 3° è l’inossidabile Enrica Carrara del Lumezzane in 39:31.

Come sempre, i complimenti a tutti per i risultati, per esserci stati, per averci creduto.

La classifica completa.

La classifica di società.