Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

Corritalia 2019: i falegnami si fanno valere!!

marzo 18th, 2019

di Anna Zaltieri

La mattina del 17 marzo riserva a noi atleti una finestra di sole e tepore che sfumerà poi nel resto della giornata in un velo di nuvole fresche, presagio della tanto attesa pioggia. A 7.15 io e Luca troviamo Antonio Parente e i suoi collaboratori che si danno un gran da fare per preparare ristoro, gonfiabili e tavolo delle iscrizioni.

Mi fa sempre molto piacere vedere quanta passione mette Antonio in quello che fa, tanto da coinvolgere anche la propria famiglia, ognuno dei componenti ha un ruolo proprio ma il denominatore comune sono gentilezza e disponibilità. Il tempo per contemplare si interrompe all’arrivo del nostro Presidentissimo, sempre in campo e sempre sul pezzo.

In 4 montiamo il monolocale che molti amici ha ospitato ed ancora ospiterà, negli appuntamenti importanti. Dei nostri , ben 38 atleti si presentano per duellare con i tanti avversari convenuti oggi al Campo Marte per la 9ª edizione della Corritalia.

Per me non ci sarà sfida così parto defilata in coda al gruppone, fortuna vuole che trovi un’amica di gare e volate della Vighenzi e mi goda il bel percorso cittadino chiacchierando di corsa e sport.

Per gli altri la storia è diversa altro che chiacchiere, devono pedalare e con brio perché la gara è breve e molto combattuta. E combattono alla grande, la Guerrini infatti termina 2ª squadra assoluta dietro il Brescia Marathon, 3° è l’Atletica Gavardo.

Veniamo ai risultati nostrani partendo dai big e scendendo nella classifica su tutti i presenti grazie ai quali abbiamo conquistato un risultato tanto importante.

Illuminato oggi è Noè Gabusi che termina 7° assoluto e 1° di categoria SM40 con il tempo di 23.28. E’ 2° della stessa categoria Alessandro Massardi che acciaccato conclude in 24.09. Lo scalatore Riccardo Morandini si trova a suo agio nella nuova categoria SM50 sta infatti inanellando un successo dopo l’altro, è infatti 1° dei cinquantenni con il tempo di 24:21. Altra punta di diamante degli over 50, è Roberto Beatini 1° tra gli SM55 con il tempo di 24:43.

Il nuovo e ottimo acquisto Gigi Bresciani stampa un bel tempo di 25:09 mentre Luca che si sta rimettendo in forma, chiude in 25:14. Il Riccio termina in 25:20 seguito alle calcagna dal baldo e vigoroso Davide Serlini che semina un bel 25:22. Roberto Crescini in un periodo di grande calo c’è comunque e termina in 25:50. Il Turco, detto Maurizio e reduce dai paesi caldi, è rilassato e chiude in 26:10, Matteo Garza la cui carriera agonistica è simile alla mia, una gruviera di infortuni, chiude in 26:29. Lo Zanna il cui vocione domina durante gli allenamenti ferma il cronometro in 26:40.

Segue Cristian la cui vita agonistica è in grande sofferenza, ha però la dignità dell’atleta vero ed è sempre presente anche con un tempo che non lo rappresenta, conclude in 27:10, Stefano Boglioni reduce dalla mezza di Brescia corre in 27:11.

Scorrendo la classifica ecco il saggio Massimo Rizzola che arriva sotto il gonfiabile in 27:53, 28:24 è il tempo di un Aldo ritrovato e che aspettiamo anche alla Vivicittà. Roberto Olivetti che sento farmi il tifo all’arrivo può essere orgoglioso del suo di 29:13, segue un altro mio tifoso, Vincenzo Zanardini, l’uomo dal ritmo in costante progressione e grande atleta, che termina in 29:30.

Ritroviamo con uno sconfinato piacere Stefano Fiorina che si batte per un bel 30:14 e poco più in là il nostro scrittore Gianluca Alberti in 30:16.
30:41 sono i numeri del Vice, Silvano Treccani che dietro di sé fa un vuoto di alcuni secondi, è Andrea Cavalli che gli occhieggia sotto le lenti con un crono da 31.09.

Il nostro bravissimo fabbro, Giulio Salvalai vince l’angoscia di sentirsi il mio fiato sul collo e allunga con un buon 32.13. Dario Antaloni e Mauro Beccaris sfilano insieme all’arrivo in 32:26.

Cesarina Nazionale prima donna della squadra all’arrivo conclude in 33.00, la segue in 33:32 Angelo Scaroni, l’occhio azzurro della squadra.
Beppone Milani che fa trasferta da Lecco ad ogni gara importante e sempre presente, segna il tempo di 33:51.

Altra coppia della giornata Tony Boy Avallone e Giò Juve arrivano insieme in 34:03. Roberta un’altra stoica delle gare importanti conclude in 34:52 mentre Bruno Berta poco più in là in 35:12. Flavio Berardi in arte Boefoe snocciola un 35:16 e mi anticipa di 3 secondi. Gianfranco, Rino e Renato chiudono la loro gara rispettivamente in 36:36, 37:52 e 41.02.

Maria la nostra quarta donna non riesce invece a concludere la gara per un dolore al tallone.

Non dimentichiamo anche Paolo Guerrini, Silvio e Maurizio che non potendo correre timbrano presenza e ci sostengono con fotografie ed incitamenti.

Sono queste le belle domeniche, quelle in cui per qualche ora ci si ritrova tutti per condividere l’amore per la corsa, per sfidarsi e per mettersi alla prova.
In questi angoli di sport, le tempeste personali le lasciamo a casa, e ci si ritaglia per qualche ora un pezzo di cielo azzurro,
Siamo fortunati…

Per dovere di cronaca degli uomini vince Marco Manini del San Rocchino in 23.00, 2° assoluto è Fikri Youssaf dell’Atletica Gavardo in 23:06 mentre il bronzo lo conquista Fabio Gala del Brescia Marathon in 23:07.

Le donne incoronano Mara Ghidini dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group in 24:46, argento è Monica Seraghiti del Brescia Marathon in 25:43, chiude il podio Sara Bazzoli del Atletica Gavardo in 26:10.
Complimenti a tutti!

La classifica completa.

La staffetta del borgo

marzo 11th, 2019

di Anna Zaltieri

La corsa, si sa è uno sport individuale e a tratti solitario.
Solo in un’occasione essa cambia veste e si trasforma in uno degli sport di squadra, a mio parere, più divertenti ed adrenalinici: la staffetta.

Goliardica, emozionante e pure bella da vedere la staffetta plasma ogni singolo atleta e lo rende componente di un team, si corre non più per se stessi ma anche per i propri compagni.
Il protagonista è il testimone, un semplice pezzo di legno che passando di mano in mano esalta le folle e chi corre.
Peccato che questa branca dell’agonismo si affacci raramente nel calendario gare.

A Borgosatollo però qualcuno ci ha visto lungo.
In concomitanza della blasonata “Sagra delle rane”, la Pro Loco ed il Comune hanno ben pensato di organizzare una corsa per le vie del paese.
E chi se non l’Atletica Falegnameria Guerrini poteva coadiuvarli in questo?

L’idea è molto piaciuta al nostro instancabile Presidente, Cristian Tononi che prendendo spunto dalla Staffetta di Antonio Parente al parco Tarello, ha colto la palla al balzo per riprodurne una anche in quel di Borgosatollo. Dopo aver contattato la Fidal, ottiene fiducia oltre all’inserimento della “Staffetta del Borgo” nel calendario federale.

Molti poi gli abboccamenti con Pro Loco e Comune che patrocinano l’evento e che con l’aiuto della Polizia Locale stanno valutando ogni accorgimento per la sicurezza di partecipanti e spettatori.

Il percorso è stato studiato da noi atleti che durante gli allenamenti serali abbiamo provato e riprovato quali fossero le vie più adatte ad una gara di questo tipo. Non e semplice far correre dei podisti per le strade di un paese, ancora di più in una staffetta che ha velocità sostenute, da primi attori quindi di questo sport abbiamo scelto un circuito nervoso ed affascinante che avrà da cornice il bel centro di Borgosatollo.

Venerdì 3 maggio chi è tesserato Fidal, non può mancare. 
“La staffetta del Borgo” inscena la sua 1° edizione. Gli spettatori saranno molti, il tifo è quindi assicurato! E dopo le fatiche sportive, è d’uopo fermarsi ad assaggiare le rane, il piatto per cui Borgosatollo è famosa…in the world!

C’è voglia di spaccare….e allora spacchiamo!

 

Il facsimile dei pettorali che verranno utilizzati per la staffetta

 

Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)