Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)

Dove si corre?

maggio 23rd, 2017

Venerdì 26 maggio

  • Sedena di Lonato - “5° Memorial Luciana Podavini e Vittorio Bertini”gara competitiva Hinterland Gardesano di 7 km.
    Partenza ore 19.30 presso sede Gruppo Sportivo di Sedena.
    Info338 5460791 (Cristini Claudio)
    2 punti Joinercup
  • Gussago 2ª Gusmania“, corsa su strada non competitiva di 8 e 4 km.
    Partenza ore 20.00 presso Centro Sportivo Corcione di Gussago.
    Info030 8373330 (Alessio)
    2 punti Joinercup (come da regolamento)

Domenica 28 maggio

  • Orzinuovi – “Bossoni Half Marathon“, gara Fidal di maratonina.
    Partenza ore 9.00 presso Centro Sportivo Comunale di via Lonato.
    Info: 320 6191088 (Andrea Lorenzo Ferretti)
    2 punti Joinercup
  • Castiglione delle Stiviere - “28ª Passeggiata Aloisiana”gara competitiva Hinterland Gardesano di 10 km.
    Partenza ore 8.50 da Parco Desenzani di Via Zanardelli
    Info338 4223469 (Beschi Andrea)
    2 punti Joinercup
  • Pertica Bassa - “13° Giro del Monte Zovo“, Gara Nazionale Fidal di Corsa in montagna di km 18.
    Partenza ore 9.00 da Frazione Levrange “Paese Vecchio”.
    Info: 328 2913171 (Manuel Nicola Becchetti)
    2 punti Joinercup

Gusmania 2017

maggio 22nd, 2017

Venerdì 26 maggio alle ore 20.00, presso il Centro Sportivo Corcione di Gussago, si svolgerà la seconda edizione di “Gusmania”, manifestazione podistica non competitiva di 8 e 4 km. Vi aspettiamo numerosi.
In allegato il volantino.

Gusmania

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra le campagne, tra Prevalle e Leno

maggio 9th, 2017

di Jenny

Partenza Straleno 2017

Partenza Straleno 2017

Venerdì sera si è svolta la prima notturna a Prevalle, valente come seconda prova per il Gran Prix Filisina. Tra le fila intravediamo qualche falegname.

Il ben noto percorso rappresenta da sempre un ottima prova per chiunque, è tanto veloce e corta che tentiamo sempre di spararla, per poi ritrovarci a mezza gamba quando al ritorno ci troviamo già stanchi, con la parte più difficile ancora da percorrere.

Ottimi i risultati per i nostri presenti che sfavillano nelle proprie categorie:
Tra i giovani abbiamo un nono posto occupato dall’astro nascente Roberto Tononi.

Nella H troviamo vari falegnami, primo l’incommensurabile presidente che quest’anno non lascia spazio né ai suoi atleti né ai suoi rivali, sul gradino più basso del podio scorgiamo Riccardo Morandini, come quinto Luca Pretto e come settimo Turchetti Maurizio.

Buoni anche i piazzamenti nella I, dove 13.esimo troviamo Rizzola Massimo inseguito dal nostro amato allenatore Gigi Scalvini che si piazza 15.esimo.

Unica Gelatina in partenza la sottoscritta, che strappa un secondo posto sul podio della categoria C.

La classifica completa.

———————————————————————————————-

Batel_Straleno_2017

Batel Abdelatif

Nella grigia mattinata di domenica invece, un nutrito gruppo di falegnami ha raggiunto il nostro vicepresidente nelle campagne del suo paese natio per la Straleno.

Prima della partenza ci affrettiamo in oratorio per il consueto caffè pregara. Due sono gli incidenti da segnalare, accaduti entrambe ad Anna Sandrini, in procinto di sposarsi. Prima si vede cadere addosso, senza apparente motivo, un quadro di Papa Francesco, poi si è ritrovata chiusa all’interno della toilette dello stabile senza riuscire ad uscire. Che dire? Per fortuna il matrimonio non si terrà a Leno!

A parte questi piacevoli aneddoti, passiamo al commento della competizione. La gara è stata organizzata egregiamente in ogni particolare, soprattutto per quanto riguarda la tracciatura del percorso che, per permettere a tutti di correre per il paese, è stato diviso in 3 rami, uno cortissimo di circa 4 km, uno non competitivo di 7 e il competitivo di 12,6 km. Ogni tratto era caratterizzato da un colore diverso con indicazioni quindi molto precise.

Il percorso si snoda nella campagna lenese, in alcuni punti molto fangosa. Con praticamente nessun dislivello ma non ottima per fare un buon tempo data la quantità di sterrato presente.

Durante il lungo percorso abbiamo potuto rinvigorirci con ben due ristori. Fortunatamente per me, in questa gara tremendamente lunga, ho avuto un’ottima compagnia. Sono stata scortata da Sergio Serana che, con estrema pazienza, mi ha condotta diligentemente, tra una buca e una pozzanghera, fino all’arrivo.

Un’attenzione veramente a 360 gradi la si notava anche dall’arrivo addobbato a dovere, dal podio utilizzato per la premiazione, dalla qualità e dalla quantità di premi. Una gelatina in particolare ha apprezzato la presenza del pirlo nel ristoro finale, vero Cesi?

Seraghiti_Straleno2017

Monica Seraghiti

La Straleno si sarebbe meritata un’affluenza maggiore, purtroppo per via del brutto tempo ha subito qualche perdita.

Per quanto riguarda i risultati la corsa azzurra è stata vinta da Batel Abdelatif del San Rocchino, mentre quella rosa da Seraghiti Monica dell’Atletica Brescia Marathon.

Diamo uno sguardo ai nostri podi dove troviamo vari falegnami premiati.
Nella H l’immancabile Presidente è ricompensato come quinto, seguito in maniera sempre più ravvicinata da Pretto Luca premiato come settimo, e Maurizio Turchetti nono.

Un sacco di soddisfazioni arrivano dalla sponda rosa: la sottoscritta ha conquistato il primo posto nella categoria C, Anna Sandrini il terzo della categoria D, e pensare che ha corso con tranquillità accompagnando la nostra simpaticissima Cesi conducendola al quarto posto della N. Una doppia vittoria quindi. Encomiabile anche la settima piazza della Simona nella categoria E, al rientro dopo un lungo stop.

Sempre più corposo il gruppo di camminatori che sostiene i corridori con il loro splendido tifo. Ringraziamo quindi Andrea, Roberta, Maria, La Princi, Silvio, Vincenzo e Paolo.

La classifica completa.

Regolamento aggiornato

maggio 9th, 2017

Nella sezione “Statuto, verbali e regolamento” è stato inserito il nuovo regolamento interno aggiornato approvato nel direttivo del 27 aprile 2017. Le modifiche apportate riguardano la Joinercup 2017 – Corse a tappe.

Il ruggito dei leoni … pardon … dei falegnami

maggio 2nd, 2017

di Anna Zaltieri

Leoni_cover

Il 30 aprile l’appuntamento per Falegnami e Gelatine è per il 5° anno consecutivo a Lonato per la ormai celeberrima e partecipata “Corsa dei Leoni”.

Ogni anno questa competizione è salutata da un’allegra fioritura di papaveri rossi che occhieggiano dai prati agli atleti indaffarati con salite, discese ed automobili in mezzo al percorso.

IMG_3261La gara è stata vinta da Renato Tosi che batte sul filo di lana Simone Faustini , infatti entrambe sono stati classificati  con lo stesso tempo di 33.55, terzo è Batel Abdellatif con 33.59, un podio tutto del San Rocchino.

Prima donna è la velocissima Monica Seraghiti del Brescia Marathon in 38.33, seconda è Elisa Battistoni dell’Arieni Team con 40.01 seguita in 3ª piazza da Mbengue Mame Daba dell’Atl. Casazza con 40.32.

Trentasette i nostri prodi che hanno sfrecciato nel vento e sotto il sole e che molto bene si sono comportati.

A premiazioni le nostre stelle, Noè che si piazza 15° assoluto e 7° di categoria, SM40, mentre la stella cometa della galassia Guerrini, al secolo Cristian, è 3° nella SM45.

Tra le donne sale in premiazione Cesarina nazionale che tra una risata ed una sgambata con il buon Giulio si conquista il 3° piazzamento di categoria SF50, con l’ottimo tempo di 47.24.

Complimenti anche a tutti gli altri presenti al via e che si sono battuti da veri leoni, insieme hanno portato il gruppo al 3° piazzamento nella classifica di Società.

La classifica completa

———————————————————————————————-

Roby_BanaFacendo uno sgarbo alla cronologia, saltiamo un passo indietro, a venerdì 28 aprile, e ci piazziamo ai Prati di Calcinato al “13° Trofeo Alberelle”, la prima serale del circuito Hinterland Gardesano.

Ottimi i risultati per i nostri podisti.

La categoria F vede un grande ritorno di Nicola Calza che acchiappa la 2ª posizione nella categoria F. La G vedono il ruspante Roberto Tononi in 4° piazza.

Negli H un’infilata di Falegnami da far impallidire gli avversari, il lucente  Presidente è 4°, Luca lo segue in 6ª posizione mentre in 7° ed 8° Riccardo Morandini ed il Riccio gli stanno alle calcagna. Un Roberto Crescini in ripresa è secondo di categoria I.

Unica Gelatina, sempre presente nonostante tutto e tutti è Roberta che si piazza 12ª nella corposa e ben combattuta categoria E.

———————————————————————————————-

Per la festa del 1 maggio l’Hinterland si è riproposto a Guidizzolo nel mantovano. Una giornata ventosa e nuvolosa ha incorniciato più di 14 chilometri corsi in un bel percorso snodato e mosso.

Nonostante le poche presenze i nostri si sono fatti notare. Nella categoria dei “quasi giovani”, la G, Roberto Tononi è 3° mentre mister sorriso Bana è 5°.
Degli H, secondo di categoria e 3° assoluto è l’onnipresente Cristian Tononi, mentre 4° di categoria è Luca che dopo un calo di forma sta ritornando alla grande.

Bravi anche ai pochi Falegnami presenti, Giulio, Antonio, Gianfranco, Flavio, Maurizio Boldori, Severo, Rino e Vincenzo in versione camminata e mio cavaliere per l’occasione.

Appuntamento per il 5 maggio a Prevalle con il II° GP Filisina.

Corsa su corsa

aprile 26th, 2017

di Silver

PartenzaVillaggioSereno

In questi giorni di feste e ponti la corsa non si è mai fermata, anzi si sono moltiplicate addirittura le offerte podistiche con gare organizzate in ogni dove. In alcune abbiamo ritrovato i volti noti dei falegnami.

Domenica 23 aprile si è svolto al Villaggio Sereno il 7° Trofeo Anna Gabusi alla memoria, gara valida per il campionato Hinterland Gardesano. Percorso pianeggiante di 12 km abbondanti, misto asfalto-sterrato, con un bel tratto di lungo Mella, per rompere un po’ la monotonia del paesaggio.

PezziCristian

Pezzi Cristian

La competizione è stata vinta da Pezzi Cristian dell’Atletica Carpenedolo davanti a Martinelli Giacomo dell’Arieni Team, terzo Bresciani Giuseppe dell’Atletica Gavardo ’90, quarto il nostro presidente Cristian e quinto Gavazzi Paolo dell’Atletica Poncarale. A premi anche Roberto Tononi, quinto nella categoria G.

In campo femminile, affermazione per Salvi Dorina del Rodengo Saiano davanti a Pellicioli Elisa dell’Atletica Lumezzane, terza Saottini Anna Maria dell’Arieni Team. Premiata la nostra Maria Sandrini che è giunta 4ª nella categoria W.

Classifica completa.

********************************************************

Sempre domenica 23 si è corsa una spettacolare corsa in montagna, la VIª Grimpeur Race, in località Monte Tesio (Gavardo), gara Fidal a livello nazionale che ha visto ai nastri di partenza quasi trecento atleti, compresi quattro nostri baldi eroi: Stefano “Riccio” Bertocchi, Toni Avallone, Giovanni Polini e Flavio Berardi. A loro i nostri complimenti.

La gara, 12 km di sterrato con 700mt di dislivello positivo, ha visto il trionfo di Marco Filosi dell’Atletica Valchiese, con il tempo di 53.09, che ha rifilato oltre quattro minuto al secondo classificato, Bonetti Andrea dell’Arieni Team, terzo Giuseppe Antonini dell’Atletica Paratico. Tra le donne la vittoria è andata a Serena Angela dell’Atletica Lumezzane, con tempo di 1h05.35, davanti a Nanu Ana del G.S. Gabbi, terza Maria Grazia Roberti dell’Atletica Gavardo ’90.

La classifica finale.

***********************************************************

Nel giorno della Festa della Liberazione l’attenzione dei nostri falegnami si è rivolta verso Carpenedolo dove era in programma il classico giro di San Gottardo, giunto alla 33ª edizione, e valido per il campionato Hinterland Gardesano.

Primo a tagliare il traguardo è stato Pezzi Cristian dell’Atletica Carpenedolo, che doppia la vittoria di due giorni prima al Villaggio Sereno, secondo Renato Tosi del San Rocchino, davanti al compagno di squadra Mauro Gibellini, quarto Bonetti Andrea dell’Arieni Team e quinto Zani Paride dell’Atletica Carpenedolo.

BattistoniElisa

Battistoni Elisa

In campo femminile la vittoria non è sfuggita a Battistoni Elisa dell’Arieni Team, prima davanti a Monica Morstofolini dell’Atletica Gavardo ’90, che precede la compagna di squadra Maria Grazia Roberti. Buone la prestazioni delle nostri gelatine: Cesi Pasquali, 4ª nella categoria N, Maria Sandrini, quinta nella W, e Baldini Roberta, 10ª nella E.

Tra gli uomini, il primo dei nostri è sempre lui, il presidente, 5° nella categoria H, dove troviamo il “Riccio” Stefano al 7° posto. Nella G abbiamo l’altro Tononi, Roberto, in sesta piazza. Nella I troviamo Roby Crescini in quinta posizione e il rientrante Gigi Scalvini in 10ª. Nella L i migliori sono stati Gorni Enrico 12° davanti a Pozzi Severo 13°.

La classifica completa.

Finalmente la rossa riapre le porte

aprile 21st, 2017

di Jenny

Composite image of close up of sportsman legs running

La pista ha una marcia in più rispetto a qualunque altra gara. Atleti ansiosi di battere i propri limiti sprizzano adrenalina da tutti i pori. La serata è carica di elettricità e non è solo per i nuvoloni che si fossilizzano su di noi. Nonostante la serata sia fredda e ventosa un gruppo nutrito di atleti si appresta a lottare contro sé stessi.

Dopo le batterie dei 200 metri, tocca ai mezzofondisti che si misurano nei 2 giri di pista. Tra le nostre fila troviamo Giulio che taglia il nastro in 2.53, Milani spegne il cronometro a 3.04 e a seguire Berta che conclude l’ottocentesimo metro in 3.10.

Mentre tifo per i nostri atleti penso che non c’è niente più bello della pista. Sarà perché da qui si vede tutto. In qualunque altra gara non vedrai mai il percorso completo dell’atleta, non intendo visivamente, ma il percorso interiore. La lotta incessante tra il suo più istintivo comando primordiale, quello di conservarsi e la sua voglia di battersi, dimostrare di non essere impotente contro lo scorrere incessante della lancetta che tiene al polso.
Se la corsa è in tutto una metafora della vita, dal comportamento, all’atteggiamento, al portamento.

La pista è il nostro palco e, indipendentemente dalle capacità di ognuno, lì ci devi mettere tutto te stesso. Niente ti aiuta come il cuore e non puoi farcela senza la testa. La prova finale di qualunque atleta con la A maiuscola.

E’ il turno delle donne che si misurano nel 3000, di cui la sottoscritta è l’unica portavoce. Porto a casa un ottimo risultato, vedere il 12 davanti è un emozione, anche se è seguito da un 55 che è migliorabile.

Per ultimi decollano gli uomini, partendo dalle gazzelle, agili e scattanti, come il nostro amato e venerato super presidente, che , per un piccolo-grande secondo, stoppa il cronometro sotto i 10 minuti.

A seguire troviamo i cavalli, forti e capaci, tra cui il nostro Luca Pretto, che si stanzia in mezzo a un trenino che gli garantisce un buon tempo (10.09) senza faticare troppo, infatti solo all’ultimo giro lo si vede cambiare marcia, superando coloro che fino a quel momento erano stati fautori della sua prestazione.

Dopo i cavalli troviamo i leoni, instancabili e maestosi. Tra questi fanno parte Massimo e Claudio, anche loro incastonati in un trenino, non hanno voluto rischiare la gara per la prestazione, ma la stagione è appena iniziata e con un ultimo giro frenetico riescono quasi a confermare i migliori tempi dell’anno scorso con 11.02 e 11.07.

Per ultimi, ma non per importanza partono i tori, severi e solenni, tra cui, non per gioco di parole, troviamo Enrico e Severo che chiudono in 12.50 e 13.54.

Dopo di che le luci si spengono, chiudono le tende e non rimangono spettatori. Al prossimo spettacolo, la tournee è appena iniziata.

Le classifiche complete.

Vivicittà 2017, un buon quarto posto di Società

aprile 10th, 2017

di Silver

Vivicitta2017

Domenica 9 marzo si è svolta la 33ª edizione di “Vivicittà”, corsa podistica che si è corsa in contemporanea in decine di città italiane e che a Brescia da un paio di anni vede unite le sinergie di Uisp Brescia e Fidal Brescia per organizzare al meglio la competizione.

La manifestazione ha da sempre una forte valenza sociale, civile e ambientale. Infatti, lo slogan ufficiale è: “Lo sport veicolo di solidarietà e di pace”. I fondi raccolti saranno poi utilizzati da Uisp per diverse iniziative di solidarietà.

Quest’anno i fondi verranno destinati in particolar modo per aiutare e sostenere i bambini siriani scappati dalla guerra e rifugiati Libano.

La partenza era fissata in Piazzale Arnaldo e la bella giornata di sole ha richiamato più di duemila atleti che si sono presentati belli pimpanti sulla linea di partenza, 500 dei quali competitivi, tesserati Fidal e che hanno gareggiato per la Vª prova del Campionato Provinciale di Società. Di questi, trentatre avevano i colori sociali a noi ben noti.

Il percorso di 12 km si snodava completamente nel suggestivo centro cittadino, due giri di 6 km, su uno dei più bei percorsi mai disegnati a Brescia, a tratti filante a tratti particolarmente tecnico con piccoli strappetti, curve e controcurve spacca gambe.

La gara competitiva è stata vinta da Mohammed El Kasmi dell’Atletica Rodengo Saiano con tempo di 38.18 davanti a Batel Abdellatif del San Rocchino, terzo Danilo Bosio dell’Atletica Lumezzane, quarto Giacomo Mora del San Rocchino e quinto Marco Ferrari dell’Atletica Paratico.

In campo femminile trionfo di Sara Bottarelli del Free-Zone in 41.17, prova di straordinario valore che gli permette di vincere anche la classifica compensata nazionale. Seconda Maria Cocchetti dell’Atletica Lumezzane davanti alla compagna di squadra Nives Carobbio, quarta Nadia Calvi sempre del Paratica, quinta Sonia Bracchi del Rebo Gussago.

Il migliore dei nostri, come da diverse gare a questa parte, è stato il sempiterno presidente Cristian che è giunto 22° assoluto e 5° di categoria (SM45), più dietro troviamo Stefano Bertocchi, 6° SM40, Luca Pretto 13° SM45, Maurizio Turchetti 14° SM45 e Roberto Tononi 7° SM.

A seguirMaria_premiatae tutti gli altri falegnami che hanno corso al massimo delle proprie possibilità e che hanno contribuito alla conquista di un prezioso quarto posto nella classifica di società, dietro solo ai soliti tre colossi che rispondono al nome di Atletica Paratico, Brescia Marathon e Atletica Lumezzane, ma davanti ad società altrettanto blasonate del calibro del Rebo Gussago, del Free-Zone e del Running Cazzago San Martino.


A livello individuale la maggiori soddisfazioni
sono arrivate dalle gelatine che si sono comportate benissimo, riuscendo anche a conquistare due podi su quattro che erano alla partenza: l’inossidabile Maria Sandrini che non finisce mai di stupire e sale sul gradino più alto del podio nella categoria SF60; Cesi Pasquali che dopo una bellissima gara, corsa gettando il cuore oltre l’ostacolo, si porta a casa un meritato secondo posto nella SF50; a loro si uniscono la giovane Jenny Rizzola, 7ª nella categoria SF, e al sempre presente Roberta Baldini, 14ª nella SF45. A loro che e a tutti i falegnami vanno i nostri più grandi complimenti.

La classifica completa.

 

Una bella domenica di corsa, tra Cellatica e Desenzano

aprile 3rd, 2017

di Silver

Premiazioni_Cellatica

Domenica 2 aprile si è svolta la classica maratonina di Cellatica, giunta all’XI° edizione e valida come quarta prova del Gran Prix Fidal Provinciale Master di Società. Quest’anno, per problemi di viabilità, è stato approntato un nuovo percorso che però per motivi organizzativi non è ancora stato omologato dalla Fidal Nazionale. Ne è sorta una specie d’incomprensione tra Fidal e Organizzazione e si pensava che il percorso oltre a non essere stato omologato fosse anche più corto, circa 20 km.

Tanto rumore per nulla, mezza maratona era e mezza maratona è stata, “omologata” dai satellitari dei podisti che, con uno scarto massimo di più o meno 100 metri, hanno tutti certificato la lunghezza classica della mezza maratona. Percorso nuovo e, diciamolo pure, più duro del precedente, con la salitella delle Meridiane bella tosta, tanti falsopiani, parecchio vento contrario e una giornata parecchio calda. Concludendo: si pensava di andare a Cellatica per fare il tempone su un percorso più corto, e invece alla fine tutti si sono lamentati dei risultati cronometrici non proprio esaltanti.

Quattrocento gli atleti al nastro di partenza. La vittoria è andata per distacco a Mohamed El Kasmi, dell’atletica Rodengo Saiano, con il tempo di 1h10.48, davanti al brianzolo Rocca Alessandro in 1h14.28, terzo Ferrari Marco dell’Atletica Paratico, in 1h14.51. Tra le donne, prima a tagliare il traguardo è stata le bergamasca Marinella Guida che ha fermato il cronometro sul tempo di 1h24.36, seconda Nives Carobbio (Atletica Paratico) in 1h25.21, con Valeria Bizzozero (Atletica Saronno) sul gradino più basso del podio in 1h29.45.

Quattordici i falegnami al via. Primo dei nostri il solito Presidente che dopo una superba cavalcata, conquista la decima posizione assoluta e la prima piazza nella categoria SM45, con il tempo di 1h18.58. A seguire Matteo Garza, 37° assoluto e nono nella categoria SM35, in un 1h24.30; Riki Bana, 62° in 1h28.43; Claudio Zambelli, 80° e sesto nella SM50, in 1h30.25; Massimo Rizzola, 84° e ottavo nella SM50, in 1h30.39; Roberto Olivetti, 94° in 1h31.43. Complimenti a loro e agli altri prodi: Stefano Fiorina, Tony Avallone, Giovanni Polini, Flavio Berardi, Giuseppe Milani, Angelo Scaroni, Rino Voltolini e il sottoscritto.

La classifica finale.

Pretto_Desenzano

Nelle stesse ore a Desenzano si celebrava l’ennesima prova del campionato Hinterland Gardesano con il “24° Trofeo Avis Desenzano”. Alla partenza alcune centinaia di persone che hanno approfittato della bella giornata primaverile per fare una bella corsa in compagnia, nello splendido scenario del lago di Garda.

La gara agonistica è stata vinta da Andrea Bonetti dell’Arieni Team, davanti a Giacomo Mora del San Rocchino, terzo Juri Radoani dell’Atletica Valchiese. In campo femminile la vittoria non è sfuggita a Battistoni Elisa, sempre dell’Arieni Team, seconda Faustini Francesca del Free Zone, terza Alessia Massolini della Libertas Valsabbia.

Anche nella cittadina lacustre i nostri portacolori erano in quattordici, come a Cellatica, più alcuni camminatori e un paio di bambini. I risultati per i nostri sono stati un po’ in chiaroscuro, più scuro che chiaro. Solo il “Riccio” Bertocchi riesce a strappare una posizione nei primi dieci nella propria categoria: 10° appunto nella H. Non fa niente, l’importante è esserci e partecipare, gli assenti han sempre torto. Complimenti a tutti i falegnami presenti a Desenzano.

Gelatine_MortiroloLe classiche complete.

A proposito di assenti, come avrete notato non ho parlato di gelatine. Infatti non erano presenti. Hanno avuto la “dispensa papale” per un week end in compagnia. Spero si siano divertite e di vederle più in forma che mai nelle prossime gare.

Concludo con la Joinercup. Dopo tre mesi esatti di gare la classifica si sta lentamente delineando. A sorpresa troviamo solitario in testa il mega Presidente, sempre più calato nel ruolo di trascinatore della società. A quattro lunghezze segue una terzetto formato da Severo, vincitore dell’ultima edizione, Renato Lo Cicero e Riki Bana. Più sgranato il resto del gruppo trainato dal sottoscritto.

Classifica Joinercup

I Quattro Cantoni dei Falegnami

marzo 28th, 2017

di Silver

FalegnamiFiesse

Domenica 26 marzo erano in programma parecchie competizioni podistiche, tutte prestigiose, sparse per il bresciano e i nostri prodi, per non far torto a nessuno, hanno pensato bene di dividersi in più gruppi e partecipare a più gare possibili, nonostante il tempo non promettesse niente di buono.

La maggioranza dei falegnami, una ventina circa comprese quattro baldanzose gelatine, si è recata in quel di Fiesse, dove era in programma la sesta edizione di “Fiesse in Corsa“, gara Hinterland Gardesano valida come 1ª prova del Grand Prix Bassa Bresciana.

La corsa è stata vinta da Renato Tosi del G.S. Avis Isorella davanti a Martinelli Giacomo dell’Arieni Team, terzo Cimarolli Omar dell’Atletica Valchiese, quarto Savoldi Alex del Circolo Amatori Podisti e quinto Bresciani Luigi della Straleno.

Primo dei nostri, manco a dirlo, è il megapresidente Cristian che giunge ottavo assoluto e 6° nella categoria H, dove troviamo in ottava posizione Luca Pretto, anche lui a premi. Da segnalare anche l’ottima prestazione del fratello Roberto Tononi, quinto nella categoria G. Buon sangue non mente.

In campo femminile al primo posto troviamo Illini Roberta dell’Atletica Paratico, seconda Girelli Angela dell’Atletica Gavardo ’90 e terza Pellicioli Elisa dell’Atletica Lumezzane. Mirabile la prestazione della nostra irriducibile Cesi Pasquali che agguanta una preziosa seconda piazza nella categoria N.

La classifica completa.

Mentre nella bassa si sudava al sole, a Salò si sudava su irti sentieri nella “Magnifica Salodium Urban Trail“, gara Fidal di corsa in montagna di 18 km, Metrorun2017giunta alla quarta edizione. Buona la partecipazione con quasi 400 atleti schierati al via. La vittoria è andata ad Alessandro Rambaldini (Valli Bergamasche Leffe), con il tempo di 1h20.45, habitué del gradino più alto del podio in questo genere di gare, secondo Marco Zanoni e terzo Davide Danesi, entrambe della Pellegrinelli. In campo femminile il primato ha arriso ad Angela Serena dell’Atletica Lumezzane, con il tempo di 1h42.27, davanti ad Ana Nanu e Maria Grazia Roberti.

Presente un nostro atleta, l’intrepido Flavio Berardi che quest’anno ha deciso di dedicarsi in particolar modo al trail: 324° al traguardo con il tempo di 2h27.52. I complimenti.

A Brescia si è svolta la quinta edizione della “Metrorun“, la corsa non competitiva che attraversa la città seguendo il percorso sotterraneo della metropolitana, quasi 15 km di corsa, un bell’allenamento in previsione delle mezze primaverili.

Il meteo non prometteva niente di buono, preoccupando non poco gli organizzatori, ma nonostante la pioggia si sono presentati dietro il nastro di partenza quasi mille atleti, tra i quali, scrutando bene, si potevano scorgere alcune nostre conoscenze: le gelatine Jenny e Anna S., e i falegnami Massimo Rizzola, Claudio Zambelli, Enrico Gorni, Renato Scroffi e Matteo Garza.

Terminiamo con la “Corsa del Dragoncello“, valida per il circuito “Amici Torneo Podistico – Run, Walking, Trail & Road”, che si è svolta a Botticino con un centinaio d’iscritti al via.

Al termine di una gara combattuta ha prevalso il “fattore Stefano”: primo al traguardo Stefano Bassetto davanti al nostro Stefano “Riccio” Bertocchi, terzo Stefano Tomasoni. Stefano: un nome, una garanzia. Complimenti al nostro stambecco.

Riccio_Botticino

Corritalia 2017

marzo 21st, 2017

di Jenny

Partenza_corritalia

Brescia – Nella giornata di domenica 19 marzo, Festa del Papà, si è svolta la classica del calendario Fidal provinciale “Corritalia 2017”, una gara che è sempre stata nomade e che solo dall’anno scorso ha trovato punto di partenza e di arrivo all’interno di Campo Marte, a Brescia.

La competizione sta crescendo di livello e infatti quest’anno ha registrato un numero di iscritti doppio rispetto all’anno scorso. Anche i falegnami non sono pochi, più di una ventina si accingono a indossare le scarpe per correre sul manto ghiaioso del campo.

La gara è una spolmonata, un percorso terribilmente veloce che trova il suo destino per le vie del centro. Il percorso si compone di due giri che dal punto di partenza si spinge fino a sfiorare corso Zanardelli per poi tornare verso il punto di ritrovo.

Il primo a percorrere l’anello di pista finale è Riffi Sami dell’Atletica Valtrompia, secondo Menghini Alberto e terzo, il nostro vichingo, Gabusi Noè. La gara femminile vede sul podio Bottarelli Sara, seguita Casella Silvia e da Galassi Samantha.

Noe_CorritaliaOltre al già nominato Noè viene premiato il presidente come secondo della categoria di appartenenza (SM45). Da segnalare il ritorno dei due Roberto: il primo è Tononi, che dopo un lungo periodo in cui poteva correre solo col freno a mano tirato, torna a confermare la sua gamba veloce, e il secondoè  Zanardini che conferma la splendida forma che ben conosciamo.

Le 21 presenze hanno permesso alla squadra di conquistare un’onorevole quarta piazza nella classifica di società.

La classifica completa.

*****************************************************************

Un nutrito gruppo di falegnami ha portato alto il nostro vessillo grigio e arancio a Portese di San Felice, gara Hinterland Gardesano, scegliendo luoghi più panoramici e percorsi più lunghi rispetto alla Corritalia.

Tra questi si segnalano l’immancabile Bertocchi Stefano che termina quinto di categoria H, la capitana che stacca il quarto biglietto della categoria D, proprio come Cesarina nella categoria N e la saggia Maria si colloca in quinta postazione nella W.

C’è gara e gara

marzo 13th, 2017

di Anna Zaltieri

Anna_Jenny_BAM2017

C’è gara e gara. Non tutte sono uguali. Non tutte fanno battere il cuore. Non tutte stringono lo stomaco al pensiero di doverle correre.

La BAM è una di quelle che dà queste emozioni. Sarà che si svolge nella nostra città, sarà che è importante, sarà che il risultato rimane scritto. E pronti a scriverlo sono ben 14 tra Falegnami e Gelatine che hanno sfilato lungo i percorsi tutti bresciani di questa corsa.

Moltissimi i runner accorsi in piazzale Europa, un formicaio di colori in movimento tra riscaldamento e stretching, un gruppo rumoroso pronto a prendere posto nelle griglie in attesa del via. La partenza è come l’apertura di una gabbia di leoni, allo sparo i concorrenti si lanciano all’inseguimento dei propri obbiettivi.

Il primo chilometro si cerca di prendere posizione per poi stabilizzare il ritmo. Al bivio la 10 km prosegue dritta mentre la 21 e la 42 si infilano a destra. L’arrivo come l’incipit, è lo stesso per tutti.

L’imbocco della galleria, l’ingresso in piazza Duomo, i primi nugoli di spettatori che fanno un tifo incoraggiante, la curva di immissione in via X Giornate dove una lieve pendenza invita a spingere con più potenza fino alla virata verso piazza Loggia. E lì se il fiato e le gambe lo permettono si osa la volata finale e si va a scrivere la propria personale storia atletica.

Così hanno fatto i vincitori della Maratona, il kenyota Too Bernard degli uomini con un tempo di 02.09.47 e delle donne l’etiope Shewe Hayimanot in 2.40.28.

Nella mezza maratona, primi sono Pronzati Corrado dei Maratoneti Genovesi, in 1.09.05 e Marinella Guida della X-Bionic Running Team in 1.23.25.

La Ten incorona primo uomo Zahouan Abdellah dell’Atletica Chiari 1964 Lib., in 31.57 mentre la prima donna è un orgoglio tutto bresciano, la nostra Patrizia Tisi dell’Atletica Paratico che stacca il tempo di 36.25

I veri campioni per noi però sono i nostri guerrieri, i nostri falegnami e le nostre gelatine.

Nella 21 km il nostro bellicoso Presidente nonostante non stia bene, sbrana il percorso in 1.18.49 e chiude 13° assoluto e 1° di categoria, lo segue trotterellando ma nemmeno così tanto, il luminoso ed illuminato Vice President Silvano in 1.36.58. Chiude il trio dei fondisti la tigre delle mezze, Maria che dopo uno stop riprende alla grande e termina col tempo di 1.58.09.

Nella 10 km, Claudio ferma il chip a 40.33 staccando di una buona manciata di secondi il suo compagno di merende, Massimo che infatti chiude in 40.58. Si frappone tra i due, Stefano Fiorina che ferma il tempo in 40.43. Il riflessivo Roberto Olivetti termina in 41.13, mentre il mitico Boefoe chiude in 55.09.

La new entry Stefano Boglioni, che ringrazio calorosamente per il tifo, stacca un fantastico tempo di 40.41. Chiude il gruppo maschile Dario Anataloni che non manca mai e che ferma il timer in un onorevole tempo di 47.34.

Tra le gelatine Jenny, accompagnata da Anna S. fuori gara, arriva in 47.24 nonostante non stesse molto bene, beh guerrieri si nasce! Roberta, che di guerre ne ha combattute molte, si cimenta per la prima volta con una Fidal e lascia indelebile il segno del suo passaggio in terra patria con un grande tempo di 49.00 minuti. Cesarina nazionale imbastisce e conferma un ottimo tempo di 46.28 . Io chiudo la mia Bam in 44.43.

Le classifiche complete.

Gargnano2017_partenza

Mentre noialtri si lottava in centro città, un gruppetto di “esodati” respirava l’aria buona del lago alla “45ª Quater pass a Gargnà”. Pochi ma buoni che si sono distinti in una gara tutt’altro che facile di più di 12 km.

Un su e giù impegnativo ha visto spiccare nella H, un Riccio reduce dalla Tre Santi Trail in gran forma, è infatti 3° di categoria. Seguono in 5ª posizione Luca ed in 7ª Maurizio Turchetti.

Nella G, splende un Roberto Tononi in ripresa, è infatti 2°, mentre Riccardo Mister Sorriso Bana è 4° di categoria.

La classica completa.

Chiudo con una postilla se il buon Silver me la concede.
Le gare importanti è giusto dedicarle a qualcuno, la mia Bam l’ho pensata per molte persone ma in particolare, qui, lascio un pensiero a chi, senza nulla chiedere, sa starmi vicino sempre e comunque…a voi, Gelatine.

Atletica falegnameria Guerrini

Società sportiva podistica di Borgosatollo (Brescia)